17 luglio 2019

Sport per la vita: il benessere integrale della persona attraverso la pratica sportiva

Informazione, formazione e sensibilizzazione le tre azioni della campagna nazionale del Csi per combattere la diffusione del doping nel mondo dello sport.
Sport per la vita: il benessere integrale della persona attraverso la pratica sportiva

Educazione, inclusione, amicizia, benessere, gioco e sacrificio. Sono queste le parole chiave della campagna “Sport per la vita: il benessere integrale della persona attraverso la pratica sportiva”. Il Csi è risultato tra i soggetti assegnatari del “Programma di ricerca e di formazione/informazione 2017 sui farmaci, sulle sostanze e pratiche mediche utilizzabili a fini di doping e per la tutela della salute nelle attività sportive” promossa dalla Sezione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive del Comitato Tecnico Sanitario del Ministero della Salute.

Il progetto intende evidenziare le tutele per praticare attività sportive in modo corretto e rispettoso del proprio organismo, anche nella prevenzione degli infortuni, e combattere la diffusione del doping nel mondo dello sport. Tutto questo attraverso una campagna di informazione, formazione e sensibilizzazione per raccontare la bellezza dello sport, ripartendo proprio dai suoi valori fondanti e originari. 

«Il Csi ha sempre messo al centro la persona, non il campione, e perciò siamo particolarmente attenti affinché chi si approccia all’attività sportiva lo faccia in maniera sana e corretta. Il problema del doping nello sport di base è innanzitutto un problema culturale. Questo progetto - afferma il presidente nazionale Csi Vittorio Bosio – vuole offrire una prima informazione importante, per favorire uno sport autentico, senza ricorrere a pericolose scorciatoie. L’atleta professionista ha il deterrente dei controlli ed è seguito costantemente da uno staff medico. Per tutti gli altri il vero rischio è il “fai da te”. La finalità di questa campagna è di mettere il doping in fuorigioco».

Nell’ambito della campagna sono stati realizzati e diffusi dei video tematici ispirati ai contenuti della carta dei principi “Sport at the service of humanity” condiviso dalla Santa Sede, dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e dall’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) in occasione del primo convegno internazionale “Sport e Fede” organizzato in Vaticano. Attraverso l’intervento di testimonial e di esperti, i video fanno riferimento ai 6 valori dello sport, abbinati a parole chiave e a 6 discipline sportive.

I video possono essere utilizzati liberamente per organizzare incontri formativi e di sensibilizzazione per il contrasto al doping rivolti a ragazzi, giovani e famiglie.

 

Educazione

Inclusione

Amicizia

Benessere

Gioco

Sacrificio

Entra anche tu nel social CSI e commenta con

#sportèvita